G&G – M4

G&G – M4 CM16 A2 FFR A2

 

Eccoci nella nostra prima recensione di un ASG di casa G&G.

WhatsApp Image 2018-11-16 at 18.23.47.jpeg

Parliamo di una ASG entry level nuovissima (uscita durante il 2018) particolarmente adatta a chi si avvicina per la prima volta al mondo del soft-air.

Il suo primo punto di forza di forza è sicuramente il prezzo: parliamo di una spesa 185€ ca. (a Novembre del 2018 ndr), acquistando in uno dei rinomati negozio di San Marino. Quindi, se vogliamo confrontare con i “cinesoni”,  la spesa è decisamente contenuta, considerando la qualità G&G e gli accessori di serie forniti con questa ASG. Ma di questo parleremo più avanti nel corso della recensione.

La scatola è la tipica G&G: esterno in cartone con maniglia e interno in plastica.

WhatsApp Image 2018-11-16 at 18.23.37.jpegWhatsApp Image 2018-11-16 at 18.23.38.jpeg

 

 

 

 

 

NB. Di serie non sono forniti batteria e carica batteria.

All’interno vi troviamo:

  • Un caricatore in polimero da 300bb, di tipo maggiorato a rotella
  • L’asta per la pulizia della canna
  • Spegni fiamma rosso tipo striker
  • Spegni fiamma nero tipo striker
  • Manuale di istruzioni
  • La Replica

La prima considerazione da fare è sullo spegni fiamma nero: purtroppo è in plastica e vista la nomea e la qualità del marchio G&G, secondo noi, è un dettaglio che potevano curare meglio fornendone uno in metallo. O quantomeno in una plastica meno grezza.
Appena presa la replica in mano notiamo subito la sua leggerezza e compattezza. I robusti gusci in polimero, il RIS in metallo ma comunque leggero e il calcio telescopico tipo CTR, regalano alla ASG un peso di appena 2300 gr e una lunghezza complessiva di 660/750mm.

ESTERNO

L’esterno della ASG si presenta molto bene, non ci sono particolari dettagli realistici, ma
comunque rimane molto funzionale. Abbiamo i gusci in fusione unica di polimeri tipo MUR con lo sgancio del caricatore ambidestro, impugnatura motore ergonomica, mirini smontabili in metallo (di tipo flip-up), anello posteriore per cinghia single point, astina anteriore in alluminio con predisposizione per slitte da 20mm NON INCLUSE nella confezione, calcio telescopico tipo CTR con vano laterale porta batteria e tubo telescopico da 7 pollici. Nel calcio è integrata una sede a sgancio che può contenere due batterie per la torcia (cosa che può tornare davvero utile).

WhatsApp Image 2018-11-16 at 18.23.45.jpeg WhatsApp Image 2018-11-16 at 18.23.46.jpegWhatsApp Image 2018-11-16 at 18.23.49.jpeg    WhatsApp Image 2018-11-16 at 18.23.48.jpeg

MECCANICA INTERNA

Dal punto di vista meccanico non vi è nulla di nuovo, monta un classico gear box rinforzato in alluminio G&G, con boccole in bronzo da 8mm, molla da 0,95 joule, spingi pallino anti-vuoto, pistone rinforzato in poli-acetato con testa anti-vuoto in policarbonato; reggi molla in plastica privo di cuscinetti, ingranaggi in acciaio e motore high torque ad albero lungo.
L’Hop-up è il classico G&G col corpo grigio e il gommino verde, quindi troviamo già un buon hop-up di serie che funziona egregiamente e che viene montato di serie su altre repliche dello stesso marchio di ben più alta gamma.
Inoltre, cosa rara vista di serie anche su ASG di gamme superiori, è la canna di precisione: questa replica ne ha una da 6.03mm lunga 210mm che viene montata di serie.

ELETTRONICA

Sicuramente la parte più rivoluzionaria di questa ASG è la componente elettronica. Come già detto prima, monta un motore high torque ad albero lungo, ma la parte più interessante riguarda il circuito elettronico.
All’interno del calcio vi è il Mosfet (una sorta di interruttore elettronico) con anche un fusibile per salvaguardarlo; mentre invece all’interno del gear box troviamo, al posto del classico grilletto meccanico col contatto, uno switch interno ETU.
Questo sistema, oltre a ottimizzare il ciclo di sparo, previene il surriscaldamento e permette la selezione del in tre modalità: singolo, tiro da raffica e brust (raffica a 3 colpi); senza l’ausilio di centraline programmatrici come la concorrenza.
L’unico vincolo che ha questo sistema, se vincolo vogliamo chiamarlo, è l’OBBLIGO dell’utilizzo di una batteria Lipo da 11.1V poiché il Mosfet non funziona con tensioni inferiori ai 10V. I cavi di alimentazione passano nel tubo del calcio e la batteria si riesce a montare direttamente all’interno dello stesso.

TEST

Prima della prova in campo, lo abbiamo testato al Joulometro. Ne è uscito che la ASG spara 19bb/sec con una potenza di 0.92 J. Nulla di eccezionale, spara entro il Joule con una raffica nella media delle repliche originali; per gli amanti dei “frullini” si può pensare di aumentare il ROF sostituendo il motore con uno high speed.

In campo si è comportata molto bene: ancora una volta bisogna elogiare peso e dimensioni poiché non è assolutamente ingombrante e faticosa da portare in giro in scenario boschivo. Non brilla in modo eccelso per la precisione regalando una rosa di circa una spanna (30 cm) a circa 25 mt, sia in modalità singola che in modalità raffica. La ASG ha subito svariati urti, spara precisamente e si è comportata all’altezza di repliche di gamme superiori. Sono stati provati caricatori di varie marche durante la giocata e non ci sono mai stati problemi di pescaggio. L’unico caricatore un po’ fiacco è stato proprio il suo originale, poiché la molla interna è un po’ troppo morbida.

MODIFICHE

Per il test sul campo abbiamo montato alcuni accessori per migliorarne la funzionalità: abbiamo avvitato due slitte tan sull’astina anteriore per poter montare l’impugnatura anteriore, montato un silenziatore tan tipo Stubby Killer, un red dot tan Eotech 551 e mirino anteriore flip-up Magpul sempre tan.

WhatsApp Image 2018-11-16 at 18.23.50.jpeg WhatsApp Image 2018-11-16 at 18.23.51.jpeg

Dopo l’apertura del gear box abbiamo effettuato diverso modifiche interne per migliorarne l’efficienza: sono state sostituite le boccole in bronzo con delle boccole con cuscinetti, è stato montato un reggi molla con cuscinetto, applicato un delayer al settoriale, rimosse tutte le bave di fusione, lucidato il cilindro e le guide di scorrimento del cilindro e dell’asta spingi-pallino.

 

CONSIDERAZIONI FINALI

PRO

  • Rapporto qualità/prezzo
  • Dimensioni e peso
  • Soluzione elettronica
  • Accessori previsti di serie

CONTRO

  • Dettagli poco curati
  • Spegni fiamma davvero mediocre
  • Molta, forse troppa plastica (dipende se siete amanti del “full-metal”)

 

Come detto all’inizio, ci troviamo di fronte a una ASG entry level che, visto il rapporto qualità/prezzo, è ottima per chi si avvicina a questo mondo rimanendo in costi molto contenuti. Ma può anche essere una ASG da utilizzare in giocate più impegnative (spingendosi fino ai tornei) visto il peso, le dimensioni, la potenza di sparo e l’affidabilità del marchio.

Considerato il costo, il nostro voto finale è:  8/10.

 

Se volete avere più informazioni a riguardo scrivete pure nei commenti, faremo il possibile per rispondervi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close